Occhiali da Vista Carrera 8824/V PJP pcRl03xzo

SKU585618
Occhiali da Vista Carrera 8824/V PJP pcRl03xzo
Occhiali da Vista Carrera 8824/V PJP

21 febbraio 2010 a 15:11 (UTC 2) Occhiali da Vista Diesel DL5270 052 7mqLp

contro una maglia di ferro, secondo i test non erano efficaci i colpi di spada di taglio in quanto nn avevano possibilità di penetrare ma nn si parla degli affondi di punta; quanta energia poteva sviluppare un’uomo medio in un affondo? era abbastanza per penetrare l’aratura?

21 febbraio 2010 a 15:22 (UTC 2) Occhiali da Vista Silhouette Dynamics Colorwave 5500 BI 9040 ocydn

C’è il test con la punta di lancia simulata. Rileggi l’articolo. Se invece consideri stocchi o stiletti o le punte molto acute in cima alle alabarde, usa i dati per le frecce da sfondamento. Per le punte di spada consiglio di stimare una via di mezzo tra la punta piuttosto larga di una lancia e quella molto aguzza di un freccia. Le energie in gioco per un uomo normale sono sempre 60-130, per un energumeno con un’arma manovrata a due mani invece 200 e oltre (dipende da quanto è energumeno e quanto è pesante l’arma, nel limite di massima efficienza tra peso e velocità del colpo).

21 febbraio 2010 a 16:02 (UTC 2) Occhiali da vista con effetto brillanti lenti neutre Pif wear Real Cat n2 051/2 SGwYZdq

e per quanto riguarda la lancia in mano ad un cavalire in carica? quanti J puo sviluppare???

21 febbraio 2010 a 16:27 (UTC 2) Link a questo commento

Ti rispondo con la stessa precisione che hai dedicato alle domande passate:

Uno: non lo so. Due: come avrai notato visto che non se ne è mai parlato, non me ne frega nulla. Tre: quanto basta per sfondare una maglia di ferro (stesso discorso per massa del cavaliere a velocità di carica contro le picche della fanteria). Quattro: quattro. Cinque: se sei proprio curioso prova a fare i conti usano la massa della lancia e la velocità del cavallo (credo vada aggiunta anche la massa del braccio del cavaliere… perlomeno il pezzo che collabora sommandosi al peso della lancia).

Vabbé, sono buono: lo faccio io per te. Immaginiamo un cavallo a 50 Km/h e una lancia di circa 2 kg (non una lancia pesante da cavalleria, immaginiamo una lancia più normale che si possa usare anche a piedi… da ulano, da cavalleggero, da normanno che invade i sassoni nel 1066 o simili): fanno 190-200 J. Decisamente sufficienti per perforare la cotta di maglia e infliggere una gran bella ferita.

Non ho considerato il peso del dell’arto che contribuisce al colpo con la sua massa (è probabile che quanto meno parte del peso della mano e dell’avambraccio vada sommato se il colpo è esattamente perpendicolare all’asta). Non ho calcolato il peso del cavallo perché non si trova esattamente dietro la punta, immagino un colpo un po’ laterale in cui il cavallo dà la velocità, ma non la propria massa.

Sono praticamente sicuro che in un calcolo reale, con una macchina che misura gli impatti, alla fine applicando la formula dell’energia cinetica risulti un’energia maggiore e di conseguenza una massa in gioco maggiore di quelle della sola lancia…

21 febbraio 2010 a 18:46 (UTC 2) Link a questo commento

Luca, mi sembra che tu abbia un’idea un po’ distorta della guerra. Parliamo di cavalieri, di uomini, non di Iron Man. E gli uomini hanno difficoltà a camminare e combattere nel fango, sotto una pioggia di frecce, con la fanteria nemica che li incalza. Basta cadere in terra e hai chiuso. Chissà quanti di loro sono stati finiti a coltellate e colpi di mazza mentre strisciavano nel fango. Inoltre, è bene ricordare che gli arcieri non erano propriamente i gracili mendicanti compagni di Robin Hood. Erano bestioni di 90-100 chili, incazzati, armati e pronti al corpo a corpo.

ed inoltre se anche i cavalieri fossero stati disarcionati non potevano cmq affrontare gli arceri a piedi essendo invulnerabili alle loro frecce? ho scritto qui perche credo che la mia domanda sia attinente al tema della resistenza delle armature dell’epoca.

– Empire State Building $37.00 – Top of the Rock: $36.00 – Statua della Libertà: $18.50 – MoMA: $25.00

Totale attrazioni : $116,50

Totale attrazioni

Pass più conveniente : Go Select Card ($105,14)

Pass più conveniente

– Empire State Building $37.00 – Top of the Rock: $36.00 – Crociera Circle Line al tramonto: $39 – Guggenheim (o Metropolitan): $25,00 – 9/11 Museum: $37.00

Totale attrazioni : $161

Pass più conveniente : Giorgio Armani Ar 7071 5089 49/19 New Occhiali Da Vista Eyeglasses Eine Brille SPR53LE91
1 giorno ($124.00), CityPASS ($126.00)

– Empire State Building $37.00 – Top of the Rock: $36.00 – Crociera Circle Line al tramonto: $39 – Statua della Libertà: $18.50 – Metropolitan: $25.00 – MoMA: $25.00 – Museo delle Cere: $32.00 – Tour autobus hop-on hop-off: $59 – 9/11 Museum: $36.00 – Museo di Storia Naturale: $22.00

Totale attrazioni : $317,50

Pass più conveniente : Explorer Pass da 10 attrazioni $197.10 New York Pass da 3 giorni: $199.00, New York Pass da 5 giorni: $244.00

– Top of the Rock: $36.00 – One World Trade Center: $0.00 – Crociera Circle Line al tramonto: $39 – Statua della Libertà: $18.50 – Autobus per l’outlet Woodbury: $40 – Crociera in carrozza a Central Park: $68 – Museo delle Cere: $32.00 – Tour autobus hop-on hop-off (per più giorni): $69 – 9/11 Museum: $24.00 – Museo di Storia Naturale: $22.00

Pass più conveniente: SightSeeing Flex Pass da 10 attrazioni: $175.20

( 9 voti, media: 4,78 su 5)
Loading...

Ti è piaciuto Confronto pass New York? Leggi anche:

51 commenti su “Confronto pass New York”

Buonasera Carlo! A fine agosto sarò a New York per cinque giorni con mio marito e i miei due figli di 13 e 17 anni. Ci interessa vedere almeno due osservatori, il museo delle cere, la statua della libertà (senza salirci ) con ellis Island, Il Metropolitan, L’Intrepid , Il Museo naturale ( ma so che è a offerta libera quindi non lo calcolo). Vorremmo vedere il più possibile anche come zone di Manhattan, Brooklyn e se è possibile Bronx. Quale tipo di pass mi consiglierebbe? Mi sto perdendo. Abbiamo pensato che sarebbe utile usare gli autobus hop on hop off,anche se certi commenti dicono che sono sempre pieni e ci sono lunghe file di attesa. Uno di questi pass pare che comprende 72 ore di uso libero di questi autobus più un numero di attrazioni a scelta, ma non riesco a capire esattamente se gli autobus (più un traghetto hop on hop off e un giro notturno) sono contati come attrazioni da scegliere oppure sono compresi a prescindere e in più devo scegliere le 2,5,7,10 attrazioni. In più non capisco se i giorni sono calcolati come giorni solari oppure se inizio ad usarlo il primo giorno alle 11 di mattina, mi scade tre giorni dopo alle 11 di mattina. Credi che con questi autobus possiamo davvero vedere più cose oppure è meglio usare la Metro e girare da soli,comprando un pass diverso? In caso quale mi consiglieresti? Grazie mille!!! Elena

Per offrirti un'esperienza di navigazione ottimizzata e in linea con le tue preferenze, Condé Nast e i suoi partner utilizzano cookies, anche di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Occhiali da Vista Rodenstock R2595 A sFlcxjNPez

Occhiali da Vista RayBan RX6345 Highstreet 2864 uXNETGW2mK

Brigitte Macron (in versione francescana) da Papa Francesco

E poi c'è Cattelan...in Champions League!

Abbonati e regala Vanity Fair!Edizione digitale inclusa

Occhiali da Vista Gucci GG0007O 003 B2NpzoY3

©Edizioni Condé Nast s.p.a. - P.zza Castello 27 - 20121 Milano cap.soc. 2.700.000 euro i.v. c.f e p.iva reg.imprese trib. Milano n. 00834980153 società con socio unico

Read next

di Occhiali da Vista Givenchy GV 0061 807 DjHIPx
di Francesco Oggiano

Questo articolo è stato estratto dal numero di Vanity Fair in edicola dal 23 maggio

Nella campagna astigiana c’è un albero rarissimo: un ciliegio, nato sopra a un gelso. Bialbero, si chiama. Lì sotto è andato Matteo Piano , per farsi fotografare e scrivere per i suoi fan su Instagram l’annuncio più triste. Il pallavolista 27enne, cresciuto nel Modena e passato l’anno scorso al Power Volley Milano, sarà costretto a operarsi al tendine e vivrà solo da spettatore l’avventura dell’Italia alla neonata Nations League (l ’ex World League) che parte il 25 maggio. Ma come da un gelso è nato un ciliegio, ha scritto, così da quell’infortunio lui rinascerà più forte di prima, magari anche in tempo per giocare ai Mondiali che si terranno in Italia dal 9 al 30 settembre. Matteo Piano è un centrale, ma ama pensare laterale, stare su un piano opposto e rimanere libero. «Il centrale è il ruolo considerato più “sfigato” . Salta a ogni azione, fa meno punti rispetto agli altri, non ha la gloria dell’opposto né l’importanza dell’alzatore. Ma a me è sempre piaciuto». Che cosa farà adesso che non può fare il centrale per l’Italia? «Staccherò un po’. Lo feci già dopo la finale persa all’Olimpiade nel 2016. Comprai un biglietto aereo e me ne andai a girarmi l’Uruguay, col mio amico Luca». Luca Vettori, compagno di nazionale con cui conduce un podcast. Di cosa parlate? «Di tutto, tranne che della nostra carriera: i nostri viaggi, i film, le poesie…». Qualcuno vi chiama «i filosofi della pallavolo». «Ma no, siamo ignorantissimi. Al massimo abbiamo una filosofia simile. Viviamo tranquillamente il lato sportivo della nostra vita. Non vogliamo esaurire la nostra esistenza soltanto nella pallavolo, vogliamo rimanere “umani”». Questo è parlare da filosofo… «In passato sono stato anche aiutato da Cecilia, una psicologa dello sport: era il 2014, attraversavo un momento di crisi, non mi divertivo più in campo. Abbiamo iniziato a parlare. All’inizio, ci incontravamo una volta ogni due settimane». Che cosa le ha fatto capire? «Mi ha aiutato a non prendere tutto troppo sul serio. Prima di entrare in campo per una partita molto importante, le ho mandato un messaggio: “Sono felice di andare a giocare”. Ecco, ora me la godo di più».

Speciali
Archivi
Produttori
Prodotti
Da Leggere
Occhiali da Vista SmartBuy Collection Elijah D A74 Oxa0lyE2w

Un canale di HTML.it, periodico telematico reg. Trib. Roma n. 309/2008

© 1997-2018 Triboo MediaP.IVA 06933670967